.
Annunci online

  ondaverde ecologia e ambiente da Impruneta e dintorni, ... ma non solo (il blog dei VERDI per Impruneta)
 
Diario
 


 

ONDAVERDE il blog dei

VERDI per IMPRUNETA

 

 

"ABBONATI" AI VERDI PER IMPRUNETA

 per l'anno 2017 <<<

sottoscrivi una quota volontaria,

per sostenere le iniziative dei Verdi per Impruneta

contatti: verdi_per_impruneta@yahoo.it

 

 

SCRIVI AI VERDI PER IMPRUNETA ...

 

 contatti: verdi_per_impruneta@yahoo.it

 

 

 

L'AGENDA  segnalazioni di iniziative interessanti a Impuneta e dintorni

   

 

 

 

ULTIM'ORA 
 

 

 

 

 

  

 

SERVIZI DI  UTILITA':
 

 

TELEAMBIENTE CHANNEL

Teleambiente channel

http://www.teleambiente.it/on-air/

https://www.youtube.com/channel/UCf9ONyZWZ9NfdKDvJ6T2QZQ

 

BOLLETTINO FITOSANITARIO AGRICOLTURA

http://agroambiente.info.arsia.toscana.it/arsia/arsia14 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 http://www.giustizia-amministrativa.it/rassegna/calendario.asp

 

 

 


16 settembre 2017

POZZOLATICO: CEMENTO IN ARRIVO COL PIANO ATTUATIVO “TRR02”. I VERDI PER IMPRUNETA: L’AREA RICADE NELLA FASCIA DI “VINCOLO CIMITERIALE”.

aprile2013 stop

L’estate si conferma foriera di nuovo cemento per il territorio del Comune di Impruneta.
Stavolta a farne le spese anche le frazioni minori, come Pozzolatico, interessata dal cosiddetto Piano Attuativo TRR02”, di recente adottato dal Consiglio Comunale (voto favorevole dei consiglieri del Partito Democratico, Gruppo Misto e di Obbiettivo Comune; astenuti: Movimento 5 Stelle; assenti: Coraggio di Cambiare).

L’area su cui è prevista la nuova espansione residenziale, di circa 2 ettari, è interessata da tre vincoli di tipo paesaggistico, di cui il più importante è quello previsto dal Decreto Legislativo 42/2004 che ricomprende l’area collinare che dalla Certosa giunge fino a Pozzolatico.
Una zona vincolata per il quale il Piano di Indirizzo Territoriale con valenza di piano paesaggistico (P.I.T.) della Regione Toscana prevede che i Comuni nei propri piani urbanistici provvedano a “definire strategie, misure, regola e discipline volte a evitare l’impiego di suolo non edificato al di fuori del territorio urbanizzato”.

Eppure è proprio a Pozzolatico che è prevista l’espansione edilizia dell’abitato verso la campagna, occupando terreni attualmente coltivati a vigneto ed oliveto, e dove col piano attuativo è prevista la realizzazione di 7.980 metricubi (pari a 2.660 metriquadri) di nuove residenze, per una trentina di abitazioni.

I Verdi per Impruneta che contestano un’edificazione tanto invasiva, hanno presentato una osservazione al Piano attuativo evidenziando, inoltre che l’area interessata dalla edificazione prevista con il Piano Attuativo TRR02, ricade nella fascia del “vincolo cimiteriale” dei 200 metri dal perimetro del cimitero di Pozzolatico.

La fascia di rispetto cimiteriale risulta tuttavia indicata nel Regolamento urbanistico comunale solo fino a 100 metri, il tutto sulla base di una delibera approvata dal Comune nel 1998 sulla base della previgente normativa (art. 338 del R.D. 1265/34) che però – sottolineano i Verdi per Impruneta – ha prodotto i suoi effetti legittimi solo fino alla entrata in vigore della riformulazione dell’articolo operata con la legge 166/2002.

Con la legge 166/2002, che all’art. 28 modifica l’art. 338 del R.D. 1265/34, il legislatore stabilisce la regola generale che i cimiteri devono essere collocati ad una distanza di almeno 200 metri dai centri abitati e che è vietato costruire nuovi edifici entro un raggio di 200 metri dal perimetro del cimitero.
Tale fascia di rispetto costituisce un vincolo urbanistico posto con legge dello Stato e come tale è operante indipendentemente dagli strumenti urbanistici vigenti ed eventualmente anche in contrasto con essi (Cass. Penale n.1185/2007).

Tale distanza può essere derogata in due sole ipotesi previste dalla norma: la costruzione di nuovi cimiteri o ampliamento di quelli esistenti, oppure per l’esecuzione di un’opera pubblica o attuazione di un intervento urbanistico. In merito a questa seconda ipotesi la Corte di Cassazione ha stabilito che la locuzione “attuazione di un intervento urbanistico” non può essere interpretata estensivamente fino a ricomprendervi anche l’edilizia residenziale privata (sentenza n. 8626/2009).

Pertanto dovendo oggi valutare la proposta per la realizzazione “ex novo” di una nuova edificazione residenziale a Pozzolatico (intervento TRR02) il Comune non può esimersi dall’applicare la normativa nazionale nella sua formulazione attualmente vigente, in quanto il divieto previsto dalla norma costituisce un divieto assoluto ed “ex lege” di edificabilità, tale da prevalere anche su eventuali disposizioni contrarie del piano urbanistico comunale.

Verdi per Impruneta




permalink | inviato da ondaverde il 16/9/2017 alle 7:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     agosto       
 

 rubriche

Diario
VERDI per IMPRUNETA
IN BACHECA

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Verdi per Impruneta
POZZOLATICO.NET
Bio-Mecatino MANGIASANO iMPUNETA
VERDI - sito nazionale
Rione FORNACI
Rione PALLO'
Rione SANT'ANTONIO
Rione SANTE MARIE
Gruppo Trekking Impruneta
WWW.POZZOLATICO.NET
S.M.S. MEZZOMONTE
CRC La Rinascente - Cascine del Riccio
Istituto comprensivo "Primo Levi" Impruneta
Pubblica Assistenza Tavarnuzze
Casa per la Pace - Pax Christi
Italia Nostra - Firenze
Coordinamento Associazioni Ambientaliste Chianti Fiorentino
Comitato Chianti senza inceneritore
Osservatorio Astronomico Torre Luciana
Comitati Civici Bagno a Ripoli
Assoc. VAS - Verdi Ambiente e Società Onlus
ECORADIO
Greenpeace
Consiglio dei Diritti Genetici
Liberi da OGM
Altreconomia
Mani Tese
L'Ecologist italiano
Ecoistituto-Italia
Peacelink
ecologica

Blog letto 169481 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom